progettazione partecipata

Corso per facilitatori in Sardegna

26/04/2017
di Agnese Bertello
Ascolto Attivo va in tournée in terra sarda.  Da luglio 2017 a novembre 2017, presso la Casa per la Pace...
Ascolto Attivo va in tournée in terra sarda.  Da luglio 2017 a novembre 2017, presso la Casa per la Pace di Ghilarza (OR), si terrà il Corso per facilitatori. Si tratta di 5 appuntamenti residenziali, dal venerdì pomeriggio alla domenica mattina, in cui approfondiremo tecniche, metodi, esperienze di facilitazione, gestione creativa dei conflitti, progettazione partecipata.... Read more »

Ascolto Attivo va in tournée in terra sarda. 
Da luglio 2017 a novembre 2017, presso la Casa per la Pace di Ghilarza (OR), si terrà il Corso per facilitatori. Si tratta di 5 appuntamenti residenziali, dal venerdì pomeriggio alla domenica mattina, in cui approfondiremo tecniche, metodi, esperienze di facilitazione, gestione creativa dei conflitti, progettazione partecipata.
L’obiettivo è creare una rete di facilitatori, di leader facilitativi, capaci di sostenere la crescita delle comunità territoriali, nella loro specificità, favorendo innovazione sociale e culturale.

L’intero corso costa 650 euro, comprensivi di alloggio. I singoli appuntamenti invece costano 2oo euro.
Per maggiori informazioni e iscrizioni: tinafadda@tiscali.it

Scarica la locandina

 

 

I commenti sono chiusi.

Gestione dei conflitti, didattica laboratoriale

27/07/2016
di Agnese Bertello
In collaborazione con l’associazione Paesaggi Educativi, Ascolto Attivo ha proposto a insegnanti, educatori e chiunque lavori nella scuola, un laboratorio residenziale...
In collaborazione con l’associazione Paesaggi Educativi, Ascolto Attivo ha proposto a insegnanti, educatori e chiunque lavori nella scuola, un laboratorio residenziale di tre giorni dal titolo “Gestione Creativa dei Conflitti e didattica laboratoriale”. Il laboratorio, che ha coinvolto una trentina di persone, si è svolto a San Giovanni in Galilea, in provincia di Rimini, dal 20... Read more »

In collaborazione con l’associazione Paesaggi Educativi, Ascolto Attivo ha proposto a insegnanti, educatori e chiunque lavori nella scuola, un laboratorio residenziale di tre giorni dal titolo “Gestione Creativa dei Conflitti e didattica laboratoriale”.

Il laboratorio, che ha coinvolto una trentina di persone, si è svolto a San Giovanni in Galilea, in provincia di Rimini, dal 20 al 22 luglio 2016.
Tre giorni intensi di condivisione di esperienze e di riflessioni che si sono articolati intorno al nodo centrale, quello delle relazioni a scuola, alla gestione creativa dei conflitti, alla progettazione partecipata e all’Open Space Technology come strumenti nuovi per favorire il protagonismo e il mutuo apprendimento.

I commenti sono chiusi.

Ex-fonderie di Modena

26/06/2016
di Agnese Bertello
Nel 2006 il Comune di Modena decide di recuperare le ex fonderie (44.000 m2 complessivi, 22.000 m2 di superficie coperta)...
Nel 2006 il Comune di Modena decide di recuperare le ex fonderie (44.000 m2 complessivi, 22.000 m2 di superficie coperta) ormai dismesse. Il primo progetto di riqualificazione prevedeva la realizzazione di uffici comunali e di nuovi edifici residenziali. Il progetto però non è piaciuto ai cittadini che ritenevano le Ex-fonderie un luogo che faceva parte... Read more »

Nel 2006 il Comune di Modena decide di recuperare le ex fonderie (44.000 m2 complessivi, 22.000 m2 di superficie coperta) ormai dismesse.
Il primo progetto di riqualificazione prevedeva la realizzazione di uffici comunali e di nuovi edifici residenziali. Il progetto però non è piaciuto ai cittadini che ritenevano le Ex-fonderie un luogo che faceva parte della storia della città, un simbolo importante (durante alcuni scioperi, nel 1950, 6 giovanissimi lavoratori furono uccisi dalla polizia) e che dunque meritava un progetto più significativo. Per questo, il Comune sceglie di avviare un percorso di progettazione partecipata che viene affidato ad Ascolto Attivo.

Il percorso, attraverso una fase di outreach, visite allo stabilimento, mostre su esperienze analoghe a livello internazionale, OST, tavoli del Confronto Creativo, arriva alla messa a punto di una proposta unica condivisa che prevede la creazione all’interno delle ex-fonderie del DAST (Design, Arts, Science & Technology), un centro interdisciplinare e multiculturale.

I commenti sono chiusi.

Garibaldi e l’Isola Partecipata

18/06/2016
di admin
Promosso dal Comune di Milano, il percorso di progettazione partecipata “Garibaldi e l’isola partecipata” si è svolto tra luglio 2012 e...
Promosso dal Comune di Milano, il percorso di progettazione partecipata “Garibaldi e l’isola partecipata” si è svolto tra luglio 2012 e gennaio 2013. Obiettivo era la definizione con i cittadini di una proposta di riqualificazione del Cavalcavia Bussa, l’individuazione di una sede, contenuti e modalità di gestione per il centro civico. Il processo è stato finanziato... Read more »

Promosso dal Comune di Milano, il percorso di progettazione partecipata “Garibaldi e l’isola partecipata” si è svolto tra luglio 2012 e gennaio 2013. Obiettivo era la definizione con i cittadini di una proposta di riqualificazione del Cavalcavia Bussa, l’individuazione di una sede, contenuti e modalità di gestione per il centro civico. Il processo è stato finanziato grazie agli oneri di urbanizzazione relativi  alla realizzazione del complesso di Porta Nuova. Nell’arco di pochi mesi, il processo ha attraversato diverse tappe: laboratori di visioning, Open Space Technology, Charrette, Concorso internazionale, Planning for real. Grazie a questo processo, i cittadini hanno elaborato insieme ai tecnici del comune quali elementi inserire nel bando ufficiale; alcuni cittadini hanno inoltre fatto parte della Giuria che ha scelto, sulla base di quanto emerso dal percorso, i progetti vincitori del Concorso internazionale indetto dal Comune.
Le diverse fasi del progetto sono state realizzate in collaborazione con diversi partner; in particolare l’OST è stato realizzando in collaborazione con Gerardo de Luzenberger (Genius Loci), la Charrette con Giulio Ernesti (IUAV), Sara Seravalle ha curato la facilitazione visuale (Sketchapensieri)

I commenti sono chiusi.