Associazione Circola

Benvenuti a casa!

11/09/2018
di Agnese Bertello
Ognuno cresce solo se sognato, diceva Danilo Dolci. Noi crediamo che valga anche per i luoghi. E’ la nostra capacità...
Ognuno cresce solo se sognato, diceva Danilo Dolci. Noi crediamo che valga anche per i luoghi. E’ la nostra capacità di vedere i luoghi con occhi di nuovi, di desiderarli diversi, di costruirci intorno un immaginario nuovo che ci consente di avviare un percorso di rigenerazione vera, di costruzione di un bene comune. Per questo,... Read more »

Ognuno cresce solo se sognato, diceva Danilo Dolci. Noi crediamo che valga anche per i luoghi.

E’ la nostra capacità di vedere i luoghi con occhi di nuovi, di desiderarli diversi, di costruirci intorno un immaginario nuovo che ci consente di avviare un percorso di rigenerazione vera, di costruzione di un bene comune.

Per questo, vi invitiamo a partecipare a un momento molto importante: una festa per un luogo che rinasce grazie alla passione, alla capacità di sognare di tante persone. Sabato 15 settembre il Comitato Molise 5, l’associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è socio fondatore, e il Comune di Rozzano, firmano il patto di collaborazione per la gestione temporanea del bene. Un risultato importante cui si è arrivati dopo un lungo percorso di progettazione partecipata che ha visto coinvolti tantissimi attori del territorio: cittadini, associazioni, terzo settore, amministrazione, scuole, biblioteche… Un risultato che è anche un nuovo inizio per un progetto dedicato alla città e alla costruzione di nuovi legami che con questo patto prende il via.

Si tratta del primo patto di collaborazione in Italia che riguarda un bene confiscato e lo trasforma in un bene comune. Con noi ci sarà Salvatore Borsellino per un ricordo speciale di Rita Borsellino.BENVENUTI (2)

I commenti sono chiusi.

In ascolto

31/05/2018
di Agnese Bertello
Martedì 5 giugno, dalle 18.00, presso la Stecca 3.0, via De Castilla 26 a Milano, inaugurazione della mostra fotografica e avvio...
Martedì 5 giugno, dalle 18.00, presso la Stecca 3.0, via De Castilla 26 a Milano, inaugurazione della mostra fotografica e avvio di un ciclo di incontri a partire dalle inchieste fotografiche di Filippo Romano. Presentazione del libro “Territori dell’abusivismo. Un progetto per uscire dall’Italia dei condoni” (Donzelli Editore) con Francesco Curci (politecnico di Milano), Enrico Formato... Read more »

Martedì 5 giugno, dalle 18.00, presso la Stecca 3.0, via De Castilla 26 a Milano, inaugurazione della mostra fotografica e avvio di un ciclo di incontri a partire dalle inchieste fotografiche di Filippo Romano.

Presentazione del libro “Territori dell’abusivismo. Un progetto per uscire dall’Italia dei condoni” (Donzelli Editore) con Francesco Curci (politecnico di Milano), Enrico Formato (Università Federico II di Napoli), Federico Zanfi (Politecnico di Milano), Isabella Inti, Filippo Romano.

Tavola rotonda con Lorenzo Lipparini (ass. partecipazione Comune di Milano), Veronica Dini (ass. Circola), Agnese Bertello (Ascolto Attivo), Arturo Lanzani (Politecnico di Milano), Carlo Gallelli (Tempo Riuso).

 

I commenti sono chiusi.

Verso via Espinasse

12/04/2018
di Agnese Bertello
Il progetto “Dopo le mafie”, promosso e gestito dall’Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento, di cui Ascolto Attivo...
Il progetto “Dopo le mafie”, promosso e gestito dall’Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento, di cui Ascolto Attivo è socio fondatore, arriva a Milano. Il 16 aprile, alle ore 14.30, nel CAM di via Lessona, raccontiamo l’esperienza nei comuni della provincia di Milano – Rozzano, Rho e Pero – dove il progetto è... Read more »

Il progetto “Dopo le mafie”, promosso e gestito dall’Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento, di cui Ascolto Attivo è socio fondatore, arriva a Milano. Il 16 aprile, alle ore 14.30, nel CAM di via Lessona, raccontiamo l’esperienza nei comuni della provincia di Milano – Rozzano, Rho e Pero – dove il progetto è già in fase avanzata, e mettiamo le basi per il percorso che sta partendo a Milano dove lavoreremo su un piccolo appartamento all’interno di un condominio in viale Espinasse 106.
All’incontro parteciperanno i protagonisti di questi progetti – rappresentanti delle istituzioni, dei cittadini, delle scuole e delle biblioteche coinvolte -, così come i protagonisti di esperienze analoghe, sviluppate in altre parti del nostro territorio. Con loro, Lorenzo Lipparini, Assessore alla partecipazione del Comune di Milano, e Simone Zambelli, Presidente del Municipio 8 del Comune di Milano.

 

 
30411799_2029975373988675_6880471826472894464_n

I commenti sono chiusi.

Dopo le mafie

11/04/2017
di Agnese Bertello
L’Associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è tra i soci fondatori, promuove il progetto Dopo le mafie, per la valorizzazione...
L’Associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è tra i soci fondatori, promuove il progetto Dopo le mafie, per la valorizzazione e la gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Il progetto prevede l’affiancamento dei Comuni che aderiscono in diversi modi: un affiancamento tecnico-giuridico, curato da un team di avvocati e notai, per sbrogliare la... Read more »

L’Associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è tra i soci fondatori, promuove il progetto Dopo le mafie, per la valorizzazione e la gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

Il progetto prevede l’affiancamento dei Comuni che aderiscono in diversi modi: un affiancamento tecnico-giuridico, curato da un team di avvocati e notai, per sbrogliare la matassa spesso ingarbugliata che impedisce che questi beni tornino alla comunità, ma anche la creazione e il coordinamento di un percorso di progettazione partecipata che coinvolga l’intera cittadinanza e porti a elaborare una proposta di riutilizzo del bene confiscato. Il progetto prevede anche un coinvolgimento concreto delle scuole e delle biblioteche del territorio, intese come hub culturale, promotori di una nuova cultura della cittadinanza e della legalità.
Ascolto Attivo cura in particolare questa fase del progetto. Il progetto riguarda i comuni di Rozzano, Rho e Milano. 

Nel mese di febbraio si è avviato il percorso È tutta un’altra storia per il recupero della villa di via Molise a Rozzano. Il percorso si snoderà attraverso diverse fasi: ascolto del territorio, esplorazione delle esperienze, raccolta delle proposte, co-progettazione dello spazio. A fine ottobre 2017, i partecipanti al percorso consegneranno all’amministrazione la Proposta che sarà stata messa a punto grazie alla creatività e alle competenze di tutti.

 

I commenti sono chiusi.

È tutta un’altra storia

21/03/2017
di Agnese Bertello
‟Dopo le mafie” è un progetto ideato dall’associazione Circola per accompagnare i comuni nella gestione partecipata dei beni confiscati alla...
‟Dopo le mafie” è un progetto ideato dall’associazione Circola per accompagnare i comuni nella gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Oltre all’affiancamento tecnico, amministrativo e giuridico, il progetto prevede un percorso di progettazione partecipata, curato da Ascolto Attivo, con i cittadini per definire nuovi usi per il bene in questione. La sperimentazione del progetto... Read more »

‟Dopo le mafie” è un progetto ideato dall’associazione Circola per accompagnare i comuni nella gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Oltre all’affiancamento tecnico, amministrativo e giuridico, il progetto prevede un percorso di progettazione partecipata, curato da Ascolto Attivo, con i cittadini per definire nuovi usi per il bene in questione.

La sperimentazione del progetto è partita a Rozzano (MI).

Il 1 aprile, nella sala consiliare del Comune di Rozzano, si terrà il primo incontro di progettazione partecipata con gli abitanti. Condivideremo obiettivi, tappe, modalità di lavoro; costituiremo la cabina di regia e cominceremo la fase di outreach con interviste in profondita agli abitanti per scoprire attraverso l’esperienza diretta com’è Rozzano, quali sono le criticità e le potenzialità oggi.

Da qui si parte per progettare insieme una proposta che risponda alle esigenze del territorio, sostenendo le risorse e le potenzialità che sul territorio esistono già.

Scarica la locandina e diffondi

I commenti sono chiusi.