Veronica Dini

Verso via Espinasse

12/04/2018
di Agnese Bertello
Il progetto “Dopo le mafie”, promosso e gestito dall’Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento, di cui Ascolto Attivo...
Il progetto “Dopo le mafie”, promosso e gestito dall’Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento, di cui Ascolto Attivo è socio fondatore, arriva a Milano. Il 16 aprile, alle ore 14.30, nel CAM di via Lessona, raccontiamo l’esperienza nei comuni della provincia di Milano – Rozzano, Rho e Pero – dove il progetto è... Read more »

Il progetto “Dopo le mafie”, promosso e gestito dall’Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento, di cui Ascolto Attivo è socio fondatore, arriva a Milano. Il 16 aprile, alle ore 14.30, nel CAM di via Lessona, raccontiamo l’esperienza nei comuni della provincia di Milano – Rozzano, Rho e Pero – dove il progetto è già in fase avanzata, e mettiamo le basi per il percorso che sta partendo a Milano dove lavoreremo su un piccolo appartamento all’interno di un condominio in viale Espinasse 106.
All’incontro parteciperanno i protagonisti di questi progetti – rappresentanti delle istituzioni, dei cittadini, delle scuole e delle biblioteche coinvolte -, così come i protagonisti di esperienze analoghe, sviluppate in altre parti del nostro territorio. Con loro, Lorenzo Lipparini, Assessore alla partecipazione del Comune di Milano, e Simone Zambelli, Presidente del Municipio 8 del Comune di Milano.

 

 
30411799_2029975373988675_6880471826472894464_n

I commenti sono chiusi.

Dopo le mafie

11/04/2017
di Agnese Bertello
L’Associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è tra i soci fondatori, promuove il progetto Dopo le mafie, per la valorizzazione...
L’Associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è tra i soci fondatori, promuove il progetto Dopo le mafie, per la valorizzazione e la gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Il progetto prevede l’affiancamento dei Comuni che aderiscono in diversi modi: un affiancamento tecnico-giuridico, curato da un team di avvocati e notai, per sbrogliare la... Read more »

L’Associazione Circola, di cui Ascolto Attivo è tra i soci fondatori, promuove il progetto Dopo le mafie, per la valorizzazione e la gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

Il progetto prevede l’affiancamento dei Comuni che aderiscono in diversi modi: un affiancamento tecnico-giuridico, curato da un team di avvocati e notai, per sbrogliare la matassa spesso ingarbugliata che impedisce che questi beni tornino alla comunità, ma anche la creazione e il coordinamento di un percorso di progettazione partecipata che coinvolga l’intera cittadinanza e porti a elaborare una proposta di riutilizzo del bene confiscato. Il progetto prevede anche un coinvolgimento concreto delle scuole e delle biblioteche del territorio, intese come hub culturale, promotori di una nuova cultura della cittadinanza e della legalità.
Ascolto Attivo cura in particolare questa fase del progetto. Il progetto riguarda i comuni di Rozzano, Rho e Milano. 

Nel mese di febbraio si è avviato il percorso È tutta un’altra storia per il recupero della villa di via Molise a Rozzano. Il percorso si snoderà attraverso diverse fasi: ascolto del territorio, esplorazione delle esperienze, raccolta delle proposte, co-progettazione dello spazio. A fine ottobre 2017, i partecipanti al percorso consegneranno all’amministrazione la Proposta che sarà stata messa a punto grazie alla creatività e alle competenze di tutti.

 

I commenti sono chiusi.

È tutta un’altra storia

21/03/2017
di Agnese Bertello
‟Dopo le mafie” è un progetto ideato dall’associazione Circola per accompagnare i comuni nella gestione partecipata dei beni confiscati alla...
‟Dopo le mafie” è un progetto ideato dall’associazione Circola per accompagnare i comuni nella gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Oltre all’affiancamento tecnico, amministrativo e giuridico, il progetto prevede un percorso di progettazione partecipata, curato da Ascolto Attivo, con i cittadini per definire nuovi usi per il bene in questione. La sperimentazione del progetto... Read more »

‟Dopo le mafie” è un progetto ideato dall’associazione Circola per accompagnare i comuni nella gestione partecipata dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Oltre all’affiancamento tecnico, amministrativo e giuridico, il progetto prevede un percorso di progettazione partecipata, curato da Ascolto Attivo, con i cittadini per definire nuovi usi per il bene in questione.

La sperimentazione del progetto è partita a Rozzano (MI).

Il 1 aprile, nella sala consiliare del Comune di Rozzano, si terrà il primo incontro di progettazione partecipata con gli abitanti. Condivideremo obiettivi, tappe, modalità di lavoro; costituiremo la cabina di regia e cominceremo la fase di outreach con interviste in profondita agli abitanti per scoprire attraverso l’esperienza diretta com’è Rozzano, quali sono le criticità e le potenzialità oggi.

Da qui si parte per progettare insieme una proposta che risponda alle esigenze del territorio, sostenendo le risorse e le potenzialità che sul territorio esistono già.

Scarica la locandina e diffondi

I commenti sono chiusi.

Mediazione ambientale

12/07/2016
di Agnese Bertello
L’obiettivo principale che si propone il progetto è estendere l’applicazione dell’istituto della mediazione civile ai conflitti ambientali, diffondendo la cultura del dialogo...
L’obiettivo principale che si propone il progetto è estendere l’applicazione dell’istituto della mediazione civile ai conflitti ambientali, diffondendo la cultura del dialogo e della partecipazione, anche nell’ambito dei contenziosi che riguardano l’ambiente. Promotore dell’iniziativa, di cui è coordinatrice l’avv. Veronica Dini, è la Camera Arbitrale di Milano. Ascolto Attivo è partner del progetto, si è occupata della redazione delle linee... Read more »

L’obiettivo principale che si propone il progetto è estendere l’applicazione dell’istituto della mediazione civile ai conflitti ambientali, diffondendo la cultura del dialogo e della partecipazione, anche nell’ambito dei contenziosi che riguardano l’ambiente.

Promotore dell’iniziativa, di cui è coordinatrice l’avv. Veronica Dini, è la Camera Arbitrale di Milano. Ascolto Attivo è partner del progetto, si è occupata della redazione delle linee guida, della organizzazione e conduzione della simulazione di una mediazione a fini promozionali e della sperimentazione del progetto.

Avviato all’inizio del 2016, il progetto è articolato in tre fasi, con diversi momenti di confronto nazionale e internazionale, e si concluderà nel novembre 2016. E’ attualmente in corso la fase di sperimentazione su vari casi reali di conflitti ambientali.

I commenti sono chiusi.